fbpx

Definire le strategie promozionali ed organizzative da intraprendere in vista della prossima sagra del mandorlo in fiore. È quanto chiede alle istituzioni ed ai rappresentanti delle altre categorie, il Presidente Provinciale di Federalberghi Francesco Picarella. “E’ urgente- afferma- individuare lo staff che organizzerà la sagra 2011, principio fondamentale per un reale successo della manifestazione”. Il presidente di Federalberghi consiglia di assegnare l’incarico in modo pluriennale, così da programmare con serenità le edizioni successive. ” Un incarico- continua Picarella- che dovrà essere dato a persone di provata esperienza nella realizzazione di questo tipo di manifestazioni e che abbiano le giuste risorse umane per realizzare un programma adatto alla popolarità della Sagra”. Il presidente di Federalbergatori, poi, ricorda l’importanza della sagra: “dall’immediato dopoguerra – dice- accompagna la primavera agrigentina, ed oltre ad essere da sempre un appuntamento imperdibile per la città ed il suo comprensorio”. Anche il consigliere comunale di Agrigento, Giuseppe Arnone, interviene sull’organizzazione della sagra del mandorlo in fiore. Arnone chiede al sindaco Zambuto la convocazione di una riunione ” nella quale – afferma- fare pubblicamente il punto sul lavoro e sui risultati sin ora conseguiti e avviare un pubblico confronto finalizzato ad arricchire l’elaborazione dell’evento con i contenuti e le modalità che potranno in tal modo emergere. Ritengo- continua- che sia opportuno offrire una risposta, quanto meno in termini di ascolto e di dialogo , a tutte le intelligenze che si propongono di offrire contributi per migliorare l’organizzazione della Sagra. La sede dell’incontro- conclude Giuseppe Arnone- potrebbe anche essere un Consiglio Comunale aperto ma al momento ciò non è praticabile – e i tempi stringono – per via dell’assenza del Presidente dell’assise”.