fbpx

Il sindaco di Castrofilippo, Salvatore Ippolito, arrestato durante la notte con l’accusa di associazione mafiosa, “incontrò l’ex capo di Cosa nostra Agrigentina, Giuseppe Falsone”, catturato in Francia il 25 giugno dopo undici anni di latitanza. Lo ha reso noto, il procuratore aggiunto della Dda di Palermo, Vittorio Teresi, nel corso di una conferenza stampa convocata per illustrare i particolari dell’operazione antimafia “Family”, che ha portato all’arresto di cinque persone, tra cui il sindaco. “Il sindaco – ha detto il magistrato – è sempre stato organico a Cosa nostra ed è stato eletto proprio per la sua affiliazione con la famiglia mafiosa del paese comandata dall’ottantacinquenne Antonino Bartolotta”.