San Biagio Platani: sacerdote trasferito, fedeli in rivolta

L’arcivescovo ordina il trasferimento del parroco ed il paese si ribella. Accade a San Biagio Platani, piccolo centro ad una trentina di km da Agrigento, dove è arrivata la disposizione del vescovo, Francesco Montenegro: don Luca Restivo, parroco del paese, dovrà essere trasferito. La notizia non è stata accolta positivamente dai fedeli che si sono organizzati e sono scesi in piazza per impedire a don Restivo di lasciarli. Questo trasferimento non s’à da fare, insomma. Alla guida della protesta soprattutto i giovani che stamattina, in lacrime, hanno bonariamente impedito la partenza di don Luca da San Biagio Platani. Il parroco era in auto e decine di ragazzi, ma anche tanti anziani con cartelli e striscioni, gli si sono stetti attorno, implorandolo di restare con loro. “Sono sola e don Luca, quando stavo poco bene, veniva a casa a portarmi da mangiare”, racconta un’anziana signora. Il paese si sta mobilitando pure su Facebook. Sono già nati dei gruppi: uno di questi è dal nome inequivocabile, “Per tutti quelli che non vogliono che Don Luca vada via”. Ed un altro: “Per tutti quelli che sono felici di avere Don Luca a San Biagio”.