fbpx

Hanno presso il via gli interrogatori di garanzia delle persone coinvolte nell’indagine “Argante” condotta dai carabinieri e riguardante una presunta attività di estorsione nei confronti di un commerciante del centro storico. Il giudice per le indagini preliminari, Roberta Nodari, ha sentito per primi gli indagati raggiunti da ordinanza di custodia cautelare in carcere, ovvero Donato Morrione, 53 anni, Giuseppe Beniamini, 55 anni, e Luisa Puccio, di 49 anni. I tre si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Oggi toccherà a Benedetto Bondi, 24 anni, Giuseppe Solarino, 60 anni, e Abbes Aidoudi, detto “Alberto”, tunisino di 41 anni, sottoposti ai domiciliari. Gli interrogatori proseguiranno poi con sabato Silvia Cognata, 27 anni, Giovanna Gambino, 24 anni, e Maurizio Mistretta, 33 anni, di Castelvetrano, sottoposti a divieto di dimora.