fbpx

La Procura della Repubblica di Sciacca ha chiesto il rinvio a giudizio dei 7 imputati coinvolti nell’inchiesta riguardante la vicenda della scuola elementare di via Brigadiere Nastasi. Si tratta di Gianfranco Vecchio, ex assessore alla Pubblica istruzione; Giuseppe Liotta e Aldo Misuraca, funzionari comunali; Domenico, Biagio e Calogero Russo, imprenditori; Massimiliano Trapani, architetto. I fatti risalgono al settembre dello scorso anno quando in quella scuola – di proprietà di privati – suonò la prima campanelle del nuovo anno scolastico. Dodici classi furono costrette a trasferirsi altrove per le condizioni inidonee dei locali: aule piccole, mancanza di ventilazione e altre anomalie lamentate dai genitori.  Dopo qualche giorno si scoprì che non vi erano le necessarie autorizzazioni rilasciate dal Comune di Sciacca. L’udienza preliminare, cominciata ieri, si concluderà il 14 dicembre con la decisione del Gup, Roberta Nodari.