fbpx


Proseguono i disagi nella scuola elementare e media Falcone Borsellino di Favara, chiusa da quasi una decina di giorni, per via del ritrovamento nell’acqua di una sostanza oleosa, a prima vista assimilabile a gasolio. Dal Comune di Favara, rendono noto di aver commissionato i prelievi necessari sia all’Arpa che all’Asp, effettuati in un laboratorio ennese. Risultati attesi per la giornata di oggi. “Laddove la sostanza inquinante dovesse risultare di facile smaltimento, potrebbero occorrere solo 48 ore per ripristinare la situazione. Se invece, si dovesse trattare di materiale per il cui smaltimento dovesse essere necessario attivare le procedure tipiche dei rifiuti speciali, potrebbe aumentare la tempistica di risoluzione”, – afferma il vicesindaco di Favara, Angelo Messinese, contattato dalla nostra redazione telefonicamente. Intanto i bambini non vanno a scuola da più di una settimana, con grave nocumento per l’attività scolastica e disagi per i genitori lavoratori. Se i tempi dovessero allungarsi, è stata paventata la possibilità di ospitare i bambini in altri istituti, nelle ore pomeridiane. Il che aumenterebbe il disagio dei familiari, che attendono soluzioni.