fbpx

Secondo alcune indiscrezioni il Governo Draghi potrebbe introdurre per decreto già entro questa settimana l’obbligo vaccinale per docenti e personale Ata entro il 12 settembre per garantire il ritorno in presenza scuola a in sicurezza, pena la sospensione.  Dopo aver approvato il decreto che rende obbligatorio il green pass per una serie di attività e servizi non essenziali, il governo nazionale detta le priorità per le prossime settimane, con l’obiettivo di definire le misure prima della pausa estiva e renderle operative per la fine di agosto. La prossima settimana sarà dunque quella decisiva. L’obiettivo primario è ridurre sensibilmente il numero dei docenti e del personale non docente che non è ancora vaccinato, ad oggi 222mila persone. Dall’associazione dei presidi arriva l’ennesima richiesta al ministro Bianchi: “Prima devono esser fatte le misure tecniche e le scelte politiche e poi discuteremo del Protocollo di sicurezza” in vista della ripartenza a settembre.

In una lettera indirizzata al ministro i dirigenti scolastici chiedono “indicazioni chiare sull’obbligo vaccinale del personale scolastico e sul distanziamento”. E in vista dell’incontro delle prossime ore al ministero, sono ancora tante le questioni sul tavolo: dalla quarantena all’utilizzo delle mascherine, fino alla necessità di presìdi negli istituti per lo screening della popolazione scolastica, nuove assunzioni di migliaia di ‘docenti’ per ridurre le classi e orari scaglionati delle lezioni. “Dobbiamo portare tutti in presenza, non possiamo permetterci un altro anno come quello che abbiamo passato” ha ribadito Figliuolo fissando come obiettivo il 60% dei giovanissimi tra i 12 e i 18 anni vaccinati entro la prima decade di settembre.