Agrigento Attualità

Seconda domenica di San Calò: nessun assembramento davanti al Santuario

Nessun assembramento, nessuna processione. Dopo quanto è accaduto la scorsa domenica, ieri, alle 13  in piazzetta San Calogero non c’erano che una decina di devoti. Agrigentini che hanno depositato mazzi di fiori davanti al portone chiuso, devoti che hanno pregato in silenzio.
A monitorare, e di buon ora, che davanti al Santuario di San Calogero non si registrassero assembramenti ci sono stati i poliziotti, i carabinieri e i vigili urbani. E in quella che avrebbe dovuto essere la seconda domenica di festeggiamenti in onore del compatrono di Agrigento non si sono registrate “complicazioni”.

A disporre la chiusura del Santuario e lo stop ad ogni processione – cercando, appunto, di scongiurare gli assembramenti – era stato il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto Maria Rita Cocciufa.