Agrigento Attualità Cronaca

SEQUESTRATO IL DEPURATORE DEL VILLAGGIO MOSE’ 

SEQUESTRATO IL DEPURATORE DEL VILLAGGIO MOSE’ 
Rate this post

E’ stato disposto il sequestro del depuratore del Villaggio Mose’ ad Agrigento. Un provvedimento che porta la firma del gip Alessandra Vella su richiesta dei sostituti procuratori Silvia Baldi, Antonella Pandolfi e Alessandra Russo. L’impianto è stato realizzato per rispondere alle esigenze di una utenza di mille abitanti ma, in realtà,   riceve  i reflui di 12mila persone. Inoltre sono state registrate gravissime anomalie funzionali, tra le quali la realizzazione non autorizzata nel progetto di una tubazione esterna all’impianto nella quale sono confluiti continuativamente reflui provenienti dal collettore di piena. Nell’inchiesta   due sono gli  indagati:l’imprenditore Marco Campione, nella qualità di legale rappresentante della Girgenti Acque, soggetto gestore, in regime di concessione, del servizio idrico integrato dell’Ambito Territoriale Ottimale di Agrigento comprendente l’impianto di depurazione a servizio di Villaggio Mosè; e Giuseppe Giuffrida, nella qualità di amministratore delegato della Girgenti Acque. Secondo le indagini , Campione e Giuffrida, in concorso con altri soggetti, attualmente  non identificati, avrebbero effettuato scarichi di reflui della rete fognaria di Villaggio Mosè in un torrente che si ricongiunge con il fiume Naro in assenza di una valida autorizzazione.