fbpx

Si è presentato attraverso  i giornalisti il neo prefetto di Agrigento Maria Rita Cocciufa. Una presentazione avvenuta in video conferenza e durante la quale il neo prefetto ha parlato di immigrazione,  gestione idrica e collaborazione con tutte le istituzioni del territorio. Si tratta di un prefetto siciliano che ha grande competenza in materia di immigrazione. Così come esperto in immigrazione e in enti locali era il suo predecessore. Cocciufa, originaria di Lentini,  prende il posto che, per 2 anni e 2 mesi, è stato di Dario Caputo che è da una settimana a capo della Prefettura di Varese. “Mi auguro – ha detto- il prefetto Cocciufa- di poter essere veramente utile a questa provincia. Sono tornata in Sicilia con grande gioia e con grande voglia di lavorare insieme” – ha spiegato – . Grande disponibilità da parte mia e dell’istituzione che rappresento, istituzione che è sempre stata molto presente” – “. Per quanto riguarda l’emergenza immigrazione, in questo momento legata anche al coronavirus,  il prefetto ha affermato: “Certamente le preoccupazioni dei sindaci sono legittime, d’altra parte loro rappresentano il territorio. Cercheremo di lavorare con loro, in piena sinergia, e in stretto rapporto con l’amministrazione centrale. Li sentirò nelle prossime ore e vedremo di capire come trovare dei punti d’incontro. Dico sempre che Agrigento è sinonimo quasi di Lampedusa, ma non credo che sia solo questo. La provincia ha tante situazioni particolari, tante criticità, ha anche tanti elementi di tensione che vanno gestiti. Mi farebbe piacere – ha sottolineato Cocciufa – occuparmi non solo di immigrazione, ma anche di altro. Questo territorio è in sofferenza, basta leggere i dati sulla disoccupazione. Penso che avrà bisogno di tutto il nostro supporto nel momento in cui usciremo, piano, piano, da questa situazione”.