fbpx

Il parco dell’Addolorata di Agrigento sarà, nuovamente, sottoposto a degli interventi di riqualificazione e messa in sicurezza al fine di garantirne l’ottimale fruizione contemporaneamente saranno attivati degli interventi di ripristino e consolidamento volti al recupero funzionale dell’anfiteatro sito all’interno dello stesso. Già lo scorso 2009, dopo anni di chiusura, una parte del parco è stato riaperto al pubblico in seguito ai lavori indispensabili ai fini di un giusto utilizzo, pertanto vennero attivate operazioni di pulizia straordinaria e di sistemazione delle aree verdi. Ma i lavori effettuati lo scorso anno necessitano di ulteriori e sostanziali interventi di riqualificazione, di messa in sicurezza e di sistemazione dell’interna area per garantire ai cittadini la piena e sicura utilizzazione del parco. Pertanto, tramite determinazioni dirigenziali, è stato individuato il progetto dei provvedimenti da attuare, così si è proceduto alla nomina dell’arch. Domenico Urso, nella qualifica di coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, dell’arch. Giuseppe Mirabile come responsabile unico del procedimento per quanto concerne i lavori di riqualificazione e messa in sicurezza, all’arch. Domenico Savio Lo Presti è stato incaricato di svolgere la funzione di responsabile unico del procedimento per gli interventi finalizzati al recupero dell’anfiteatro. A riguardo il sindaco Marco Zambuto asserisce “Il finanziamento, volto a tali lavori, è stato immesso nella finanziaria e sarà indirizzato a recuperare l’intero spazio e l’anfiteatro. Tutto per riuscire a rendere agibile l’area interessata, utilizzarla la prossima stagione estiva e restituire una struttura importante alla città: sono delle azioni considerevoli rivolte alla realizzazione di una grande opera”. Il sindaco continua “Recuperando l’anfiteatro, dall’estate prossima si potranno organizzare stagioni teatrali all’aperto, diventando un valido punto di incontro per gli agrigentini, un luogo dove si pianificheranno eventi ed iniziative”. Il vasto parco, nonostante appaia inutilizzato, durante il periodo invernale è stato visitato e frequentato da diverse famiglie, soprattutto nelle giornate domenicali. Per permettere un impiego più intenso della zona, si procederà con azioni di ripresa e di miglioramento sull’impianto di illuminazione, sulle zone verdi e soprattutto si inoltreranno operazioni per la messa in sicurezza e il funzionamento dell’anfiteatro: saranno delle manovre che completeranno il progetto di sistemazione avvenuto lo scorso anno.