SICILIA, E’ ALLARME CASSA INTEGRAZIONE

E’ la Sicilia ad occupare i primi posti tra le regioni  i cui lavoratori sono in cassa integrazione.  Dall’inizio del 2014 ad oggi, sono  650 milioni le ore di cassa integrazione autorizzate in Italia, quasi 16 milioni in Sicilia con una stima di 26.263 lavoratori coinvolti nell’isola su un milione e 55 mila nel resto d’Italia.

E’ la sede nazionale della Cgil a diffondere i dati che evidenziano come i dati della Sicilia siano sempre piu’ allarmanti rispetto alle altre  regioni italiane. C’è dunque una forte tendenza a fare ricorso alla cassa integrazione in agli altri strumenti.

Ma non solo, dai dati elaborati dal sindacato nazionale della CGIL, viene messo in evidenza anche un calo del numero di ore autorizzate rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La flessione, a livello nazionale, è pari al 7,78 per cento; in Sicilia sale invece a un – 35,46 per cento.

Nell’Isola, cassa integrazione straordinaria e in deroga riguardano maggiormente i settori della meccanica , del commercio, dei trasporti e delle comunicazioni . Sempre in tema di cassa straordinaria e di cassa in deroga, la provincia che registra il maggior numero di ore autorizzate è Palermo.
Sessantuno le aziende  che dall’inizio dell’anno hanno fatto ricorso ai decreti di cassa integrazione straordinaria: la maggior parte  hanno attivato i contratti di solidarietà; altre 21 hanno dichiaratolo stato di crisi aziendale. Cinque quelle che stanno affrontando processi di riorganizzazione, due di ristrutturazione. Altre cinque invece hanno precedure concorsuali come l’amministrazione controllata, la liquidazione coatta, il concordato preventivo.