Sicilia. Sportellisti, Crocetta:” verso la soluzione”

Sono scesi in piazza più volte i lavoratori degli ex sportelli multifunzionali. L’obiettivo dei 1400 lavoratori siciliani è quello di confluire nel Ciapi e riprendere a lavorare, mentre per almeno 300 è previsto il prepensionamento. Hanno un contratto a tempo indeterminato ma , di fatto, sono sospesi da tre anni. Oggi arriva una rassicurazione da parte del presidente della Regione, Rosario Crocetta. Il governatore parla di un progetto per l’occupazione biennale di tutti i lavoratori degli ex sportelli multifunzionali. Il progetto si articolerà in due tranche. La prima partirà immediatamente con un impegno spesa di 35 milioni, che copriranno 6 mesi di lavoro; la seconda partirà allo scadere del primo progetto per ulteriori 18 mesi di durata, con relativo impegno spesa di 90 milioni di euro. “Tali somme – dice Crocetta – non sono iscritte nel bilancio di previsione, poiché si tratta per i 35 milioni, di somme residue già disponibili che verranno impegnate entro il 31 dicembre  e, per i 90 milioni, di cifre del fondo sociale europeo che non richiedono iscrizione in bilancio ma un semplice atto di giunta”. E il presidente della Regione icita anche la finanziaria , il 31 dicembre prossimo era prevista l’approvazione. Ma Crocetta chiarisce: “voglio rappresentare a tutti quanti che, entro il 31 dicembre non potrà essere approvata alcuna finanziaria, ma solo una legge di bilancio. Pertanto- continua- una legge di riorganizzazione degli sportellisti, non può essere tecnicamente inserita nella legge di bilancio. Eventuali modifiche della legislazione attuale, potranno trovare posto all’interno della legge finanziaria”.

[wp-rss-aggregator]