fbpx

La crisi economica sta mettendo a dura prova le famiglie agrigentine . Molti padri di famiglia sono costretti a lavorare in nero o in cantieri dove mancano le condizioni di sicurezza per portare un pezzo di pane a casa. Oggi i sindacati confederali di Cgil, Cisl e Uil chiedono alla politica di intervenire per sconfiggere la crisi economica ma soprattutto di non essere lontana dai bisogni reali della gente e denunciano un grave rischio per lavoratori e famiglie. <>. I sindacalisti Mariella Lo Bello, Salvatre Montalbano e Aldo Broccio, all’indomani dell’ulteriore dato pubblicato da Confindustria, denunciano la necessità di agire con urgenza. <>. Cgil, Cisl e Uil stanno preparando un’iniziativa unitaria che vedrà ad Agrigento i massimi esponenti regionali delle tre organizzazioni confederali e stanno realizzando incontri e confronti con gli attori economici, sociali ed istituzionali del territorio per il “ Progetto Agrigento ”. Il sindacato unitario annuncia di aver già concordato per il prossimo 22 ottobre un incontro con Confindustria per discutere su iniziative con al centro la tutela dei lavoratori e delle loro famiglie che in due anni hanno visto scendere i loro consumi alimentari addirittura del 20%, segno che le famiglie spendono di meno.