fbpx

Il Comune di Agrigento ha la disponibilità di consistenti risorse finanziarie, derivanti da finanziamenti dello Stato o della Regione, ricevute dopo un certosino lavoro di programmazione, che però non potranno essere spesi prima del 31 dicembre perché altrimenti si incorrerebbe nella violazione del patto di stabilità. “Circa un mese fa – conferma il sindaco Marco Zambuto – ci siamo visti costretti, con delibera
della Giunta municipale, a bloccare ogni tipo di spesa che non sia obbligatoria. Fino al 31 dicembre ho le mani legate, non possiamo spendere più nulla. Pensate che non possiamo pagare nemmeno i soldi alle ditte espropriatepur avendo la disponibilità finanziaria dato che abbiamo contratto un mutuo proprio per liquidare le relative indennità a seguito di una serie di sentenze giudiziarie”.