fbpx

Arresti convalidati e obbligo di firma per uno solo dei due indagati. Sono le decisioni del gip Stefano Zammuto in seguito all’arresto di due favaresi di 45 e 36 anni. 

La coppia era stata sorpresa sabato sera dai carabinieri che avevano trovato nella loro abitazione una piccola serra per la coltivazione della canapa in giardino.

La Procura contesta il possesso di 30 piante di marijuana di un’altezza compresa tra il metro e i 2 metri e mezzo. A casa della coppia, secondo quanto reso noto dai carabinieri, sono stati trovati anche 5 grammi di marijuana già essicati. 

I due indagati, difesi dall’avvocato Sergio Baldacchino, durante l’interrogatorio, hanno fornito la loro versione dei fatti. L’uomo ha spiegato che le piante erano solo 13 mentre le altre erano le cime. La donna, invece, si è dichiarata estranea.