“Spara tre colpi di pistola all’auto di due coniugi”, nuovi guai per Infantino

Prima lo minaccia e poi gli spara tre colpi di pistola contro l’autovettura parcheggiata. Il pubblico ministero Elenia Manno ha fatto notificare l’avviso di conclusione delle indagini al trentaduenne Gianluca Infantino che, appena ieri, è stato arrestato per l’ultima volta per le accuse di furto, violazione della sorveglianza speciale e minaccia.

Infantino, che ha nominato come difensore l’avvocato Gero Lo Giudice, domani mattina comparirà davanti al gip Stefano Zammuto per l’interrogatorio di convalida dell’arresto. Nel frattempo il pm Alessandra Russo lo ha posto agli arresti domiciliari.

Pochi giorni prima, però, la Procura gli ha notificato un atto di fine indagine per una vicenda che risale allo scorso giugno e avrebbe avuto come vittima un agrigentino che negli anni scorsi è stato coinvolto, proprio insieme ad Infantino, nell’operazione “I soliti ignoti” che ha disarticolato un giro di droga e rapine.