SS 640, Anas: abbattuto l’ultimo diaframma della galleria “Caltanissetta”

Il primo lotto della statale, da Agrigento a Grottarossa, è stato aperto al traffico lo scorso 28 marzo.  Adesso l’Anas è al lavoro nel secondo lotto. Ieri mattina  è stato ultimato lo scavo della seconda canna della galleria “Caltanissetta”, nell’ambito dei lavori di costruzione della nuova strada statale 640 “Degli Scrittori”, tra Agrigento e l’autostrada A19 “Palermo-Catania”.  L’intervento, per un investimento complessivo pari a 1 miliardo e  mezzo di euro, prevede la realizzazione di una nuova piattaforma stradale a carreggiate separate.  Nell’ambito del secondo lotto, i cui lavori sono in corso con ultimazione prevista il prossimo anno, le opere d’arte sono costituite da 6 svincoli, in adeguamento a quelli esistenti, 1 cavalcavia, 7 sottovia scatolari, 14 viadotti, 5 gallerie artificiali e 4 gallerie naturali. La galleria Caltanissetta è la maggiore delle quattro gallerie naturali ma, in realtà, con i suoi 4000 metri di lunghezza la più lunga galleria stradale della Sicilia . Si trova su un tratto stradale di nuova realizzazione, in variante rispetto all’attuale tracciato della statale, nel comune di Caltanissetta.  Il costo della galleria Caltanissetta ammonta a circa 210 milioni di euro.  L’opera riveste particolare importanza anche sotto il profilo della tecnologia adoperata e della metodologia di scavo: è stato infatti realizzato tramite una fresa Tunnel Boring Machine  che è la più grande  mai utilizzata dall’Anas e tra le più grandi e potenti costruite in Europa.