fbpx

La stagione estiva è ormai entrata nel vivo e anche quest’anno non mancano i disagi. Ad esempio, il lungomare Nettuno, dove insistono numerose spiagge, appare quasi come una gruviera piena di buche , avvallamenti e asfalto mal ridotto. Continui i pericoli per gli automobilisti e le trappole per i motociclisti. Tra i punti più pericolosi diversi automobilisti segnalano un tratto di strada tra la seconda e la terza spiaggia di San Leone dove sono evidenti buche e soprattutto un avvallamento che fa letteralmente sobbalzare i mezzi a due ruote ma anche le automobili. Un problema di non poco conto a giudicare da quello che riferiscono. “Ormai, ci hanno detto alcuni cittadini che passeggiavano in bici lungo la strada, è diventato pericoloso percorrere la via in bici o moto, soprattutto per chi soffre di mal di schiena.” Inoltre, nei pressi della terza spiaggia si è creata una vera e propria montagna di sabbia , causa del forte vento di quest’inverno, che occupa granparte della strada creando difficoltà a chi la percorre. Il comune di Agrigento proprio in questi giorno sta provvedendo a scarificare il tratto di strada che va dal ragno d’oro allo stabilimento balneare di ps, un lavoro necessario viste le condizioni del manto stradale ma magari sarebbe stato meglio scegliere un altro periodo, magari durante l’inverno. Spostandoci, poi, sul lungomare Falcone- Borsellino sul cosidetto “lato mare” rispetto agli anni passati la situazione è migliorata. Una pecca sono i giochini per i bambini due dei quali rotti e per questo transennati per evitare ai piccoli di salirci. La zona si presenta in linea di massima pulita ma qualche incivile ha pensato di lasciare cartacce e bicchieri nelle aiuole. Qui si fa appello agli agrigentini affinchè abbiamo rispetto dell’ambiente e contribuiscano a migliorarlo.