fbpx

Avrebbero dovuto fare rientro a casa oggi da Praga, ma come migliaia di passeggeri in tutta Europa sono infatti rimasti bloccati in aeroporto a causa della nube di cenere che proviene dall’Islanda, dopo l’esplosione di un vulcano. E’ successo ad alcuni studenti del liceo classico Empedocle di Agrigento in gita nella repubblica Ceca. Per il momento si sa soltanto che l’Enac ha esteso sino alle 20 il blocco del traffico aereo nel Settentrione. Centinaia i voli sospesi ed è stata intensificata la linea ferroviaria. Problemi ancheagli aeroporti di Fiumicino e Ciampino dove dalle 6 di questa mattina sono stati sospesi tutti i voli per l’Europa ma anche quelli interni verso numerose città del centro nord. A Milano lunghe file di viaggiatori sia a Linate che a Malpensa. Numerosi i disagi per chi deve mettersi in viaggio anche nell’aeroporto Marco Polo di Venezia. Chiusi gli scali dell’Emilia Romagna e il passaggio della nube ha già interessato anche la regione Toscana e gli aeroporti di Firenze e Pisa. L’Enac – spiega una nota – “segue costantemente l’evolversi della situazione e nel corso della giornata, qualora ne ricorressero le condizioni, potrà eventualmente procedere anche ad un allargamento dell’area di spazio aereo interdetto ai voli e ad un’estensione temporale di tali provvedimenti”. EasyJet è stata costretta a sopprimere anche i voli da Roma per Palermo.