fbpx

Sono 3.900 gli accessi effettuati tra cittadini e enti convenzionati, dal primo giugno a martedì scorso, al servizio anagrafico on line del comune di Agrigento e , nello stesso periodo, sono stati acquisiti ben 1.434 certificati.
I residenti registrati per poter fruire del servizio di acquisizione immediata dei dati anagrafici con possibilità di stampa di certificazioni con timbro e firma digitale sono stati 460. Ad essi vanno aggiunte le forze di polizia che hanno stipulato un’apposita convenzione con il comune per l’accesso completo alla banca dati anagrafica per acquisire tutte le informazioni necessarie allo svolgimento della loro attività istituzionale. E così la Questura, la Guardia di finanza, i Carabinieri e la Capitaneria di porto hanno già potuto sperimentare il servizio on line. Altre convenzioni sono state inoltre stipulate con varie espressioni della pubblica amministrazione o con i gestori di pubblici servizi quali scuole, l’INPDAP, la “Montepaschi serit”, la “Girgenti acque”, la “Ge.s.a. Ag2” ed anche alcuni uffici comunali. “Già in questi primi mesi di attivazione del servizio – commenta il sindaco Marco Zambuto – si è registrata una riduzione di utenti agli sportelli anagrafici ed una riduzione delle attività di ricerche anagrafiche richieste da altri enti, con conseguente velocizzazione della macchina amministrativa ed una riduzione dei costi e dei tempi.” “L’utilizzo della tecnologia informatica – prosegue il primo cittadino – sta consentendo anche una semplificazione dei rapporti con i cittadini e altre pubbliche amministrazioni, finalità queste che rientrano nel progetto di modernizzazione avviato del nostro Comune”.