fbpx

Terrasini deriva da Terra sinorum, “terra delle insenature”, per la meravigliosa costa sinuosa, ricca di approdi, di grotte naturali, che inizia dal lido della Ciucca, nel golfo di Terrasini che si alza a trenta e più metri dal livello del mare in un’esplosione di colori ora candidi ora rosso bruciato, e termina ancora con un lido sabbioso: la spiaggia di San Cataldo.
La cittadina palermitana ha una grande vocazione turistica legata al mare ed ai suoi villaggi.
La citta’ e’ nota soprattutto per la sua posizione proprio nella costa costituita: da un promontorio, da faraglioni,rocce variegate,dal mare trasparente e dalle belle spiagge. Ed ha molto da offrire anche dal punto di vista culturale ed artistico.
Il presidente dell’attuale società di calcio è Vito D’Amore che ha allestito un organico di tutto rispetto per approdare in Eccellenza.
La squadra, inizialmente, era stata affidata al giovane tecnico Marco Aprile, poi arrivano le dimissioni…ed oggi in panchina siede Totò Tarantino, ex calciatore del Palermo, Licata, Acireale e Canicattì,nei primi anni ottanta.
La rosa è composta da gente di provata esperienza come gli ex akragantini: Bonomonte e Tummarello, Corrent, Scrozzo, il difensore Acciaio, Bifera e Flauto.
Una squadra molto tecnica che ha stentato parecchio ad adattarsi ad un campionato grintoso come quello di Promozione.
I calciatori che fanno parte dell’attuale rosa del terrasini sono:Caruso, Castelli, Amato, Scrozzo, Flauto, Acciaio, Cracchiolo, Bonomonte, Bifora, Tummarello ,Correnti, Gennaro, e Piccolo.
In classifica generale ha un bottino di ben 18 punti, frutto di cinque vittorie, tre pari e tre sconfitte.
Il Terrasini è andato in rete sedici volte, mentre quelle incassate sono dodici. In questo momento l’Agrigentina detiene un record significativo: è la squadra che ha incassato meno gol di tutti in questo torneo…e cioè sette.