Totò Cuffaro vuole chiedere la riabilitazione

L’ex presidente della Regione, Totò Cuffaro, vuole chiedere la riabilitazione al tribunale di sorveglianza. Dopo aver scontato la condanna a sette anni per favoreggiamento alla mafia nel 2015, l’ex governatore a gennaio avanzerà la richiesta che, se dovesse essere accolta, farà decadere l’interdizione dai pubblici uffici. In questo contesto, Cuffaro potrebbe anche candidarsi alle elezioni europee.

L’ipotesi – si legge sul Giornale di Sicilia – da settimane circola all’Ars e alimenta i boatos sulle candidature. Ma l’avvocato dell’ex presidente, Nino Caleca, dà una lettura diversa del passaggio che avverrà al tribunale di sorveglianza: “La riabilitazione – si legge ancora sul quotidiano – può essere richiesta solo dopo alcuni anni dalla fine della detenzione. Ed è quello che stiamo preparando per gennaio. Dubito però che una decisione possa arrivare in tempo per le europee”.