Top Videos
  • Intervista al candidato sindaco di Agrigento Mario Gallo
    8982 76
  • Operazione “la carica dei 104” : 19 arresti
    6227 76
  • Speciale Interviste ospite Simona Carisi 21 08 2014
    5498 76
  • Piano giovani la procura apre un fascicolo
    4498 76
  • VIlla del Sole sarà data in gestione intervento di Di Rosa
    4081 76
  • Crocetta e Piano Giovani: in bilico il nuovo bando
    3954 76
  • Piano giovani il bando della discordia
    3697 76
  • Addio al vecchio libretto, il certificato di proprietà ora è digitale
    3631 76
  • Telegiornale del 10-04-2014 ore 14:00
    3010 76
  • Obbligo accatastamento caldaie, intervento adoc
    2876 76

Trenitalia, Musumeci “Basta disfunzioni, in Sicilia ci sia stessa qualità del Nord” News Agrigentotv

Trenitalia, Musumeci “Basta disfunzioni, in Sicilia ci sia stessa qualità del Nord” News Agrigentotv
Rate this post

Tra i tanti primati negativi della Sicilia, spiccano strade e ferrovie. Un anno fa Legambiente aveva elaborato una selezione delle tratte ferroviarie pendolari peggiori d’Italia, tra riduzioni delle corse, lentezza, disservizi e sovraffollamento: una classifica  stilata nell’ambito della campagna Pendolaria, dedicata alla mobilità sostenibile e ai diritti di chi ogni giorno si sposta in treno. Fra le dieci peggiori tratte spiccava la Palermo-Agrigento, che oltre al tradizionale ruolo per i pendolari rappresenterebbe un ottimo servizio per gli innumerevoli turisti che si spostano nell’isola. “Ma il treno- così com era emerso sdalla classifica- spesso insufficiente, ritardatario e poco ospitale, impiega circa due ore a una media che sfiora i 60 km/h”. Il  presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, vuole provare a dire basta a tutto ciò e ha incontrato, a Palermo, i rappresentati delle associazioni dei consumatori e degli utenti più rappresentative nell’isola. Una riunione propedeutica alla firma del nuovo contratto di servizio decennale con Trenitalia che vale 1,2 miliardi di euro.«I siciliani – ha premesso il presidente Musumeci – hanno il diritto di avere la stessa qualità del servizio che Trenitalia offre, da tempo, alle altre Regioni. Il contratto dovrà avere tutti i requisiti che richiedono i consumatori. In questa logica vogliamo consolidare il rapporto tra la Regione e le associazioni più rappresentative degli utenti. Negli ultimi anni ho viaggiato spesso in treno, per cui ho una serena consapevolezza del dramma dei pendolari, in particolare per ciò che concerne la qualità delle carrozze. Non consentiremo più disfunzioni e nel caso in cui non vengano rispettate le condizioni previste si procederà con l’applicazione di pesanti penali».  Nel corso dell’incontro, da parte di tutte le associazioni presenti, è emersa l’esigenza che nel contratto siano previste regole chiare e semplici, che sia assicurata una maggiore e più tempestiva informazione agli utenti, utilizzando anche le moderne tecnologie, in caso di ritardi o soppressione dei treni.

Condividi

Categorie: Agrigento, Attualità, Politica, Provincia, Ultime news