fbpx

Si è svolta ieri, nell’aula Rosario Livatino del Tribunale di Agrigento, un momento commemorativo del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo e dei tre uomini della scorta, morti nella strage di Capaci il 23 maggio 1992.  Un’iniziativa organizzata dal presidente del Tribunale Luigi D’Angelo, il presidente dell’Ordine degli avvocati Antonino Gaziano e il responsabile della sottosezione agrigentina dell’Associazione nazionale magistrati Stefano Zammuto. Le udienze hanno preso il via con 15 minuti di ritardo, mentre quelle già iniziate hanno osservato lo stesso periodo di sospensione, per consentire a giudici, legali e sostituti di prendere parte al toccante momento.