“Troppo vicino al centro abitato”, il Cga salva l’impianto di stoccaggio di grano e leguminose

La ditta Cipolla continuerà regolarmente ad espletare la propria attività di stoccaggio di grano e leguminose nell’impianto di contrada Fontes Episcopi ad Aragona. Lo ha disposto il Cga che ha ritenuto “tardivo” il ricorso presentato dal proprietario di un terreno confinante. Quest’ultimo, nel settembre 2011, temendo che “dai capannoni ad uso agricolo e dai silos potesse derivare un ingente danno alla salute” presentava – tramite il proprio legale – un’istanza di accesso agli atti chiedendo al Comune di Aragona il rilascio di tutte le concessioni edilizie rilasciate in favore della ditta Cipolla. Nel 2012, lo stesso aragonese si è rivolto al giudice amministrativo per chiedere l’annullamento delle concessioni edilizie.Si costituivano in giudizio sia la ditta Cipolla, rappresentata e difesa dagli avvocati Girolamo Rubino (nella foto) e Vincenzo Airò, sia il Comune di Aragona, rappresentato e difeso dall’avvocato Gabriele Giglio, eccependo la tardività del ricorso. Nelle more del giudizio i Cipolla, titolari della ditta, hanno avanzato a loro volta un’istanza di accesso agli atti sull’immobile del vicino e constatavano l’illegittimità della destinazione ad uso abitativo. All’aragonese è stata notificata ordinanza di demolizione.