fbpx

La Guardia di Finanza di Palermo e del comando provinciale di Agrigento, con il coordinamento della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palermo, ha eseguito alle prime ore di oggi diverse ordinanze di custodia cautelare. Le persone a cui è stato notificato il provvedimento sono ritenute responsabili a vario titolo di un’associazione a delinquere finalizzata alla commissione di più truffe ai danni dello Stato e dell’Unione europea, per un valore complessivo di circa 35 milioni di euro e l’utilizzo di circa 90 milioni di false fatturazioni. Sono state sequestrati, in Sicilia e nella Lombardia, stabilimenti industriali, macchinari, immobili terreni e quote societarie per un valore stimato di oltre 18 milioni di euro. In provincia di Agrigento, il sequestro ha riguardato uno stabilimento per la realizzazione di porte ed infissi, situato nel territorio di Cammarata.