Truffatori fermati ancora una volta

Dopo aver agito al villaggio Mosè la scorsa settimana, i due falsi dipendenti dell’Enel sono stati scoperti in via Neve, nel centro storico di Agrigento. E questa volta per i due giovani – uno di Gela e l’altro di Porto Empedocle – sono stati firmati anche altrettanti fogli di via obbligatori. Non potranno più fare ritorno ad Agrigento, pena una denuncia penale. I due presunti truffatori si aggirerebbero per la città di Agrigento con l’intento di far sottoscrivere dei nuovi contratti di fornitura per l’energia elettrica. “Vittime” privilegiati sono gli anziani. Si sono presentati nelle abitazioni degli agrigentini, con sottobraccio delle cartelline ed hanno chiesto di vedere le ultime bollette di luce e gas. In qualche caso hanno anche “minacciato” che la fornitura sarebbe stata interrotta per irregolarità.