fbpx

Un’attività di riciclaggio di veicoli rubati e di truffe ai danni di compagnie assicurative è stata scoperta dalla Polizia stradale di Palermo che ha arrestato tre persone e ne ha denunciate a piede libero altre 20. Sotto sequestro sono finite l’agenzia di disbrigo pratiche automobilistiche “Fanale” di Palermo e la rivendita di auto nuove e usate “Automarket” di Canicattì. Accertata una truffa alle assicurazioni per 100 mila euro. Gli arrestati sono Massimiliano Riccobono, 39 anni, di Canicattì, Ignazio Amato, 51 anni, di Palermo e Domenico Caviglia, 41 anni. L’indagine ha fatto luce su un meccanismo basato su certificati di idoneità tecnica per ciclomotori falsi, che venivano utilizzati per immatricolare quadricicli rubati o inesistenti. I veicoli rubati una volta ripuliti venivano venduti nella concessionaria Automarket di Canicattì.