fbpx

Carlo De Romedis, il direttore generale di Italia Turismo, la società promotrice di un progetto di sviluppo turistico ricettivo denominato “Sciacca Resort”, che dovrà essere realizzato nei terreni liberi ex Sitas e che dovrebbe poi essere gestito dal colosso spagnolo “Sol Melia”, sarà oggi a Sciacca per incontrare il sindaco e annunciare con molta probabilità che l’iniziativa si rimette in moto dopo uno stop di oltre due anni imposto da una controversia giudiziaria con un privato. L’operazione prevede un investimento di 70 milioni di euro. Italia turismo acquistò i terreni della zona di Monterotondo che erano vincolati a destinazione turistica e progettò il resort, sottoscrivendo nel 2008 un accordo con Sol Melìa Hotels & Resorts per la gestione, a partire dal 2011, dell’intero complesso. I tempi non furono però rispettati: non fu possibile posare la prima pietra a causa del contenzioso. L’apertura è stata poi prorogata al 2012, ma con molta probabilità verrà ulteriormente rinviata, anche se la presenza in città del direttore generale De Romadis e l’incontro con le autorità locali, preludono ad una ripresa dell’iter burocratico ed un’accelerazione del programma. La nuova struttura ricettiva sorgerà a pochi chilometri dal Verdura Rocco Forte Golf Resort.