fbpx

Il pubblico ministero Santo Fornasier ha concluso le indagini preliminari nei confronti di Gennaro Costantin, 24 anni, di origine russe, accusato di avere ucciso il padre adottivo. I fatti risalgono all’8 novembre del 2009, quando il giovane, dopo un acceso litigio con il padre, afferrò un coltello, colpendolo con particolare violenza in diverse parti del corpo, fino a provocarne la morte. La vittima si chiamava Damiano Gennaro, ed aveva 61 anni, da tantissimi anni commerciante, era titolare di un negozio di arredamenti per ufficio. L’omicidio si consumò nel quartiere comemrciale del Villaggio Mose’ nella camera da letto della casa familiare.