Un mese senza Sofia

“Un mese senza te, manchi tantissimo. E’ già passato un mese da quel tragico giorno, hai lasciato un grande vuoto, se chiudo gli occhi io ti vedo”. Sono soltanto alcuni dei messaggi apparsi sulla bacheca facebook di Sofia Tedesco ad un mese dalla sua scomparsa. La 16enne agrigentina lo scorso 8 agosto è rimasta coinvolta in una incidente stradale in contrada Crocca. Era a bordo di uno scooter , guidato da un amico. A provocare l’incidente sarebbe stata un’auto. Chi la guidava non si è fermato e di lui o lei non si sa ancora nulla. Nonostante gli appelli a costituirsi e le indagini dei carabinieri che continuano senza sosta , nessuna notizia. La Procura della Repubblica di Agrigento ha aperto un fascicolo a carico di ignoti per omicidio stradale. Da quella sera dell’8 agosto Sofia non si è più svegliata dal coma. Dopo due settimane, all’ospedale di Caltanissetta , il suo cuore ha smesso di battere. I genitori di Sofia hanno autorizzato l’espianto degli organi. Proprio per questo oggi alle 19 nella chiesa di San Gregorio, in via Cavaleri Magazzeni, ad Agrigento, alla Santa Messa in suffragio della giovane agrigentina presente, oltre ad amici e parenti, anche una delegazione dell’Aido, l’associazione italiana per la donazione degli organi.