fbpx

Negli ultimi giorni che precedono il Natale, siamo tutti alle prese con lo shopping dell’ultimo momento e l’obiettivo, per la maggior parte di noi, è cercare di risparmiare. Attenzione, però, a non acquistare prodotti scadenti che da un lato ci fanno risparmiare soldi e dall’altro rappresentano un rischio per la nostra salute. Il codacons stima che le famiglie siciliane spenderanno complessivamente circa 815 milioni di euro durante il periodo di Natale. I consumi generali faranno pero’ segnare un calo medio del 15% rispetto allo scorso anno.In base alle stime del Codacons, durante il Natale le famiglie siciliane ridurranno i consumi nel settore abbigliamento e calzature, viaggi, ristorazione, profumeria ed estetica, e cultura (libri e cd), mentre reggeranno il comparto giocattoli, quello alimentare e i prodotti hi tech. Si risparmierà, dunque, ma poco sui giocattoli ma attenzione, quando si acquistano , è bene controllare che oltre al marchio CE siano presenti marchi volontari come “Giocattoli sicuri”, acquisti consapevoli, dunque, dando sempre un occhio alla qualità e uno al risparmio. “I consumatori tirano la cinghia anche sulle spese di Natale e, considerata la situazione economica, appare inevitabile-afferma Francesco Tanasi Segretario Nazionale CODACONS-. Il 2012 ha fatto segnare un vero e proprio salasso per i cittadini, tra Imu, aumento delle tariffe, carburanti alle stelle, e le aspettative per il futuro, come dimostrato anche dall’Istat, non sono certo rosee” A detta del codacons , inoltre, il 2013 non fa sperare in una situazione migliore.