controlli Polizia

Vanno a comprare caramelle e ricariche telefoniche: denunciati

Continuano i controlli della Polizia di Stato nel territorio della provincia e numerose sono le persone denunce. In particolare in Agrigento sono stati controllati due giovani che, disattendendo  i divieti  imposti , uscivano dalla propria abitazione  per  l’acquisto di caramelle e di ricariche telefoniche;Ancora,  tre giovani, a bordo dello stesso veicolo, davano giustificazioni contrastanti ed aleatorie agli agenti operanti che chiedevano loro  le motivazioni dello spostamento: uno   dichiarava di essere uscito dalla propria abitazione per comprare le sigarette, il secondo dichiarava di essere stato in farmacia per acquistare farmaci ma non esibiva scontrini e/o ricette, l’ultimo dichiarava di essere stato a fare la spesa ma non aveva con sé né i generi alimentari  poco prima acquistati né esibiva scontrini fiscali.Il personale del Commissariato  di Canicattì  effettuava il controllo  di un uomo che alla richiesta dei poliziotti circa le motivazioni che avevano indotto l’ anziano  signore  ad uscire di casa riferiva  di essere uscito da casa per una passeggiata, di  non aver mai preso un virus in vita sua e quindi non occorre preoccuparsi. Risposta curiosa hanno ricevuto gli stessi operatori  da parte di un giovane che  in orario notturno  alla guida di una auto, con patente sospesa,  riferiva di aver avuto il desiderio di una pizza.