Vertenza rifiuti. Intervento della Uil

La gestione dei rifiuti ad Agrigento fa ancora parlare. Ed è soprattutto la riduzione del quinto d’obbligo a far discutere. Da un lato c’è chi dice che sembra definitivamente archiviato il taglio del quinto d’obbligo sull’appalto, e , quindi , il licenziamento di circa 50 netturbini, dall’altro c’è c chi smentisce. La Uil di Agrigento, con il segretario generale Gero Acquisto e con il segretario trasporti Nino Stella, ha incontrato l’amministrazione comunale e assicura l’archiviazione del quinto d’obbligo ma, la Confael, in un certo senso, smentisce dichiarando che la questione è solo rimandata a dopo le vacanze natalizie. Acquisto e Stella , in una nota stampa, poi, bacchettano alcuni consiglieri comunali di Agrigento invitandoli a “non mettere bandierine, il nostro interlocutore – dicono- è l’amministrazione comunale, non i consiglieri di maggioranza”. La Uil auspica una maggiore incisività da parte della amministrazione comunale sulla vertenza del servizio e la gestione integrata dei rifiuti per uscire dall’impasse e per dare una definitiva tranquillità ai cittadini agrigentini e agli operatori ecologici .” La Uil – CONTINUANO I DUE- ha delineato un percorso che sia di massima trasparenza, economicità e di migliorie all’intero servizio dei rifiuti in una logica che veda la politica locale tutta, sedersi attorno a un tavolo assumendosi responsabilità e una governance chiara senza schemi preconcetti e da uomini soli al comando”. Il sindacato invita tutti a una maggiore sobrietà e a lavorare per raggiungere l’obiettivo finale, ovvero, mettere la parola fine alla vertenza.

[wp-rss-aggregator]