Agrigento Cronaca

Via Curreri, scoperto deposito di merce contraffatta

Un deposito di merce contraffatta è stato scoperto all’interno di una vecchia abitazione di via Curreri, nel centro storico di Agrigento. Il blitz dei poliziotti della sezione Volanti della Questura è scattato martedì pomeriggio quando hanno fatto irruzione nell’appartamento utilizzato da alcuni ambulanti senegalesi. All’interno sono stati rinvenuti centinaia di pezzi contraffatti tra borse, cinture, occhiali, portafogli ed altro, articoli delle migliori griffe di moda: Gucci, Prada e D&G, Guess ed in procinto di essere messi in vendita.Il senegalese che ha preso in affitto la casa è stato denunciato per introduzione e commercio di prodotti contraffatti sul territorio italiano.

One Reply to “Via Curreri, scoperto deposito di merce contraffatta

  1. Di prodotti “contraffatti” di questo tipo, in Italia ne entrano non a quintali (equivalente ad una sola goccia) ma a MONTAGNE! Abbiamo fatto finta di essere “ciechi” a tutta questa invasione, sia di merce che di essere umani e adesso ne stiamo piangendo le conseguenze, con le famiglie italiane ormai senza più neanche un euro in tasca ma, in compenso, con un DEBITO pubblico sovrano che, diviso per ogni capoccia, riempie le nostre tasche con qualcosa come (se non erro) 65.000 euro di……debiti a cranio! Siamo nelle sabbie mobili e non lo vogliamo capire! Invadono i nostri territori e ci preoccupiamo (anzichè rispedirli a casa con un calcio nel sedere) di vedere se una dozzina e passa siano “minorenni” o meno. Per la cronaca, potrebbero essere dei “minorenni” con tanto di medaglia d’oro nell’uso dei “coltelli”! Povera ITALIA, mi domando a che cosa serve l’ESERCITO ITALIANO! Ma un tempo non difendeva i sacri confini della Patria? Ma un tempo non difendeva il “sangue” degli italiani? E le persone anziane, che fine hanno fatto? Non sono per la strada a godersi la loro vecchia in santa pace? Oppure sono rinchiusi in casa, per la paura di incontrare fuori tutta la FECCIA che abbiamo accolto a braccia aperte…….anzi per dirla…..papale papale…..a braccia…..spalancate?

Comments are closed.