Via Favignana, i residenti “aspettano”

Nell’ultimo anno la situazione è peggiorata ma da circa 15 anni il costone di via Favagnina, a Monserrato, perde pezzi. Lo socrso 27 febbraio un boato avvertito dagli abitanti della zona, un’altro pezzo era andato giù. Le 7 famiglie della palazzina al civico numero 5 hanno dovuto lasciare gli appartamenti . Rientrati dopo due settimane a seguito dei sopralluoghi della Protezione Civile Regionale che aveva garantito la stabilità dell’immobile. Da allora si attendono risposte, tutte legate ad un finanziamento in Via d’urgenza. “Urgenza che sembrerebbe stentare a trovare soluzione considerato il silenzio assordante attorno alla vicenda”, interviene così il consigliere comunale di Agrigento, Marco Vullo che torna a sollecitare l’amministrazione di Palazzo dei Giganti e gli organi Regionali dell’Assessorato Territorio ed Ambiente e della Protezione Civile, chiedendo un’azione immediata per la messa in sicurezza del costone franoso che minaccia il complesso di palazzine in via Favignana compresa la Chiesa di San Lorenzo. “Si attendono ancora risposte- scrive Vullo- che qualcuno batta un colpo, prima dell’arrivo delle piogge e prima che la situazione precipiti di nuovo e ci scappi la tragedia. Continuano a verificarsi anche se lentamente ulteriori piccoli cedimenti, così mi continuano a riferire i residenti che non sono per nulla tranquilli e si sentono abbondonati dalle istituzioni. Non si può più aspettare, non c’è tempo da perdere, occorre intervenire – osserva ancora il consigliere del gruppo “Uniti per la Città” – serve una seria accelerazione dell’iter da parte degli Enti che, a vario titolo, risultano interessati all’emergenza, in modo da rendere esecutivo il progetto di consolidamento e da reperire i relativi fondi, necessari a realizzare le opere”.