fbpx


Su richiesta dei vertici agrigentini, il segretario federale del Mpa, sentito il commissario regionale siciliano, ha accettato la proposta di espulsione dal partito di Giuseppe Arnone diffidando il vicesindaco di Licata a parlare in nome e per conto del Movimento per le Autonomie. “Va ricordato che Arnone- si legge nella nota- entrato a far parte della giunta provinciale di Agrigento grazie a un accordo elettorale in base al quale sarebbe rimasto assessore per due anni, all’indomani della sua uscita si è scagliato contro il Mpa e ha preso posizione contro la localizzazione dell’aeroporto a Licata, danneggiando così la comunità agrigentina. Di qui la decisione di espellerlo e di avviare un’azione legale nei suoi confronti a tutela dell’immagine del Movimento”.