fbpx

Il sindaco Franco Miccichè ieri mattina ha convocato una riunione operativa per parlare di vie di fuga del centro storico e di via Maddalusa per San Leone. Vi hanno partecipato il Genio Civile, la Protezione Civile, il libero Consorzio fra Comuni di Agrigento, soprintendenza e Forestale. Presenti anche i vertici tecnici e amministrativi del Comune oltre che gli assessori tecnici. Si è discusso del progetto esistente di via di fuga del centro storico che è stato realizzato in via preliminare e prevede un tracciato che si inoltra da piazza don Minzoni, scende dalla discesa seminario, poi s’inoltra per via orti, zona Santa Croce fino alla parte finale di via Garibaldi, dietro le case troglodite.
Più problematica è quella di San Leone che prevede l’accesso dal ponte di Maddalusa seguendo un tracciato parzialmente esistente e che si va ad innestare sulla Ss. 115 nei pressi di Villa Forgia. Il Comune di Agrigento pensa a livello di Protezione Civile di realizzare anche questo progetto preliminare e sottoporlo al vaglio della Prefettura, della presidenza della Regione e alla direzione generale della Protezione civile regionale. Per entrambe le vie di fuga si pensa infatti di farle rientrare in un’ordinanza di Protezione civile che accorci i tempi e le fasi per la loro realizzazione. Il sindaco ha condiviso le tesi sostenute dai tecnici presenti e ha dato direttive in questo senso agli uffici si stanno adoperando in tal senso.