fbpx

Il Gip del Tribunale di Agrigento, Alberto Davico, ha disposto il rinvio a giudizio di Enrico Giannone, 52 anni, operaio edile della città dei templi. L’imputato, difeso dall’avvocato Daniele Re, è accusato di violenza sessuale ai danni di una ragazza di 16 anni i cui familiari, rappresentati dagli avvocati Salvatore Pennica e Alfonso Neri, si sono costituiti parte civile. Il processo comincerà il 31 marzo prossimo. Secondo l’accusa, Giannone, nel luglio del 2009, avrebbe approfittato dell’amicizia con i familiari della giovane per adescarla e portarla in un appartamento isolato dove sarebbe stata perpetrata la violenza. Subito dopo, la giovane decise di raccontare tutto ai genitori e di denunciare il fatto ai carabinieri.