fbpx

Conferenza stampa del sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, per fare il punto della situazione sul centro storico, in particolare della zona del crollo del palazzo Lo Jacono. Nella giornata di ieri il primo cittadino ha conferito l’incarico all’architetto Gaetano Greco, che avrà il compito di preparare un progetto esecutivo per gli interventi di messa in sicurezza da mettere in atto e subito dopo procedere alla rimozione delle macerie. Sotto la responsabilità di Greco, il gruppo di lavoro avrà otto o al massimo dieci giorni di tempo, per preparare il progetto. Nei propositi dell’amministrazione comunale c’è quella di dare avvio agli interventi alla fine di giugno. Ma prima servirà il via libera della Sovrintendenza ai Beni culturali e del Genio civile. < Dopo due mesi e tanti proclami – ha detto il primo cittadino – adesso siamo costretti ad intervenire da soli nel centro storico. Siamo stati lasciati da soli, senza aiuto da nessuno. Per poter affrontare la situazione saranno necessari dei fondi, circa 300 mila euro, che usciranno dal capitolo di anticipazione del bilandio comunale. Soldi usciti dal capitolo, creato apposta per gli interventi in danno dei priviti. In questi anni abbiamo sempre lavorato, ma ancora oggi stiamo ancora aspettando che vengano rispettati gli impegni presi. Purtroppo finiti i fondi, che abbiamo a disposizione, non potremo intervenite per altre situazioni. Aspettiamo che le promesse che ci sono state fatte, finalmente possano diventare reali >.