Sit in di protesta contro il caro carburante messo in atto, questa mattina, dai pescatori di Porto Empedocle, Licata e Sciacca.

I rappresentanti della marineria provinciale chiedono un incontro urgente con il governo nazionale e fermano le loro imbarcazioni.

Solidarietà ai pescatori arriva dal commissario provinciale di Fratelli d’Italia, Calogero Pisano, che afferma: “Esprimiamo vicinanza ai pescatori di Porto Empedocle, Licata e Sciacca – afferma il commissario provinciale, Calogero Pisano – vittime, come tutti i pescatori d’Italia, dell’inefficienza di un governo incapace di arginare le speculazioni del mercato che hanno portato ad un rialzo vertiginoso ed ingiustificato del prezzo del gasolio.
Lo stesso Ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, qualche settimana fa, ha definito l’aumento dei costi dei carburanti come una colossale truffa perpetrata ai danni delle imprese e degli italiani, ma da allora il governo, di cui egli stesso fa parte, ha fatto poco o nulla, dimostrando, ancora una volta, di essere forte con i deboli e debole con i forti.
Siamo pronti a scendere in campo per sostenere le sacrosante ragioni dei pescatori“.