<<Non manchi a queste popolazioni sofferenti la nostra solidarietà e il concreto sostegno di tutte le persone di buona volontà». Lo ha chiesto Benedetto XVI e il riferimento è alla carestia nel Corno d’Africa, la peggiore degli ultimi 60 anni, che colpisce oltre 12 milioni di persone – soprattutto bambini – in Somalia, Kenya, Gibuti, Etiopia, Eritrea, e in misura significativa anche in Uganda, Tanzania e Sud Sudan. La Caritas diocesana di Agrigento si fa promotrice  della colletta straordinaria nazionale indetta per domenica prossima, 18 settembre a sostegno delle popolazioni colpite dalla terribile siccità e carestia. Si potrà donare mediante versamento su conto corrente postale n. 212928 intestato a Curia Vescovile Agrigento, oppure, mediante bonifico bancario presso banca prossima su conto intestato alla diocesi di Agrigento – IBAN IT09C0335901600100000006841 . Ancora, con una donazione diretta nei locali della curia e anche tramite le raccolte offertoriali durante le celebrazioni eucaristiche del 18 settembre. Quanto raccolto in occasione delle celebrazioni del 18 settembre , unitamente a tutte le offerte che perverranno a Caritas Diocesana saranno immediatamente destinate ai progetti che la rete Caritas ha attivato nel Corno d’Africa per sopperire alla carenza di cibo, acqua e assistenza sanitaria e a sostegno di un immediato rilancio economico. La presidenza della CEI ha messo a disposizione 1 milione di euro e ha lanciato la colletta nazionale per esprimere fattivamente solidarietà alle popolazioni colpite dalla siccità.