Dieci mesi dopo l’arresto, la Procura della Repubblica di Agrigento, ha chiesto il rinvio a giudizio di un settantenne di Montallegro, accusato di atti sessuali con una bambina di nove anni. La piccola e la sorella hanno confermato le accuse in occasione dell’incidente probatorio, che si è celebrato nei mesi scorsi, davanti al Gip del Tribunale di Agrigento, Micaela Raimondo. Nelle scorse settimane il pubblico ministero Giulia Sbocchia ha disposto la notifica dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari, e adesso ha chiesto il rinvio a giudizio. L’udienza preliminare è stata fissata per il primo aprile, davanti al giudice del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto.