I sindaci potranno interdire strade o piazze. Le disposizioni sono state introdotte dal governo: prevista anche la possibilità di chiudere temporaneamente le aree aperte al pubblico in cui sia impossibile assicurare adeguatamente il rispetto della distanza interpersonale. Sono stati alcuni degli argomenti affrontati nel corso del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa, con rappresentanti delle forze dell’ordine, i rappresentanti del Libero consorzio comunale e dell’azienda sanitaria provinciale e , in collegamento da remoto, con i Sindaci dei comuni più popolosi e dove si registrano situazioni di criticità sotto il profilo dei contagi da Coronavirus. In particolare, con questi sindaci si è deciso che ” provvederanno- fanno sapere dalla prefettura- ad adottare le Ordinanze di rispettiva competenza per delimitare o interdire gli spazi urbani interessati da assembramenti e per garantire lo svolgimento in condizioni di sicurezza delle attività mercatali; le misure saranno tempestivamente portate a conoscenza della cittadinanza interessata – con adeguati mezzi comunicativi – da parte dell’autorità comunale e saranno sensibilizzati i dispositivi di vigilanza a cura delle Forze di Polizia.” Durante l’incontro è stato anche affrontato l’argomento “comunicazione tra asp e comuni” con l’obiettivo di migliorarla: i Sindaci hanno condiviso le criticità dei rispettivi ambiti territoriali.