Il programma di adeguamento della strada statale 640 “Strada degli Scrittori” prevede il raddoppio della preesistente carreggiata, da Agrigento fino all’innesto con l’autostrada A19 “Palermo-Catania”.  L’opera, finanziata per il tramite della Regione Siciliana anche con i fondi del Programma Operativo Fondo Europeo di Sviluppo Regionale Sicilia 2007-2013, comporta un investimento complessivo per oltre 1,5 miliardi di euro. L’intervento è stato sin dall’origine suddiviso in due lotti: il primo, ricadente in provincia di Agrigento, ha comportato un investimento pari a 535 milioni di euro, la realizzazione di 31,200 km di nuovo tracciato ed è stato aperto al traffico il 28 marzo del 2017. I lavori del secondo lotto, ricadente in provincia di Caltanissetta, comportano un investimento complessivo di 990 milioni di euro, hanno raggiunto un avanzamento dell’84% circa e se ne prevede il completamento entro il 2023.  Al fine di velocizzarne il completamento, da aprile 2021 l’opera è stata commissariata designando Raffaele Celia, oggi Responsabile della Struttura Territoriale Anas Sicilia, quale commissario straordinario. 

Il nuovo tracciato – fa sapere Anas- si sviluppa parte in variante e parte sovrapponendosi alla sede stradale esistente e comprende 6 svincoli a servizio del territorio. Numerose le opere d’arte presenti lungo il tracciato, la maggior parte delle quali ormai ultimate. Lo scorso 15 maggio è stato eseguito il varo, nella carreggiata in direzione A19, delle travi del sottopasso “Grotticelle”, in prossimità dello svincolo di Caltanissetta Sud.Sono in corso, inoltre, i lavori di realizzazione della seconda carreggiata del viadotto “Salso”, prossimo all’autostrada, e delle fondazioni delle pile della seconda carreggiata dei viadotti San Giuliano e Arenella III. In corso anche la realizzazione dello svincolo “Caltanissetta Sud” e il completamento della seconda carreggiata tra Caltanissetta nord e la galleria “Caltanissetta”. Quest’ultima è l’opera maggiore del tracciato che ha inciso per quasi un terzo dell’investimento complessivo del lotto e che, con i suoi 4 km di estensione, una volta completata sarà la galleria stradale più lunga della Sicilia.Lo scavo è stato eseguito con una TBM (Tunnel Boring Machine) denominata Barbara, una fresa a piena sezione del diametro di 15 m, corrispondente ad una superfice di scavo di oltre 178 mq, che ha operato in un contesto geologico complesso caratterizzato dalla presenza di argilla, argilla calcarea e calcare sotto la falda freatica, sottostante l’area urbanizzata della città di Caltanissetta. All’interno della galleria sono attualmente in corso i lavori di riempimento degli archi rovesci per la successiva realizzazione della piattaforma stradale e lo scavo dei due bypass carrabili e dei sette bypass pedonali, il primo dei quali è già stato forato da una canna all’altra. Sono in esecuzione, inoltre, i lavori di completamento dello svincolo di innesto sull’autostrada A19 così come l’esecuzione degli impianti tecnologici di altre gallerie minori.