fbpx

Mentre era in fila per il bagno un trentenne di Agrigento è stato massacrato con un tirapugni. L’aggressione sulla quale ci sono indagini in corso è avvenuta nella notte di sabato 4 dicembre intorno all’una, in un locale della terza spiaggia di San Leone. Il giovane con una ferita alla testa è finito al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio”. I medici del presidio ospedaliero di contrada “Consolida”, gli hanno applicato ben 65 punti di sutura, e dopo i controlli e le cure del caso, il paziente è stato giudicato guaribile con una prognosi di circa quindici giorni. I carabinieri della Stazione di Agrigento hanno raccolto la denuncia, a carico di ignoti, e subito avviato le indagini per provare a risalire agli autori del brutale pestaggio. A quanto pare, il trentenne e gli altri giovani erano in un locale quando è scoppiata una discussione. All’improvviso gli aggressori, forse due ragazzi, hanno picchiato l’agrigentino. Il giovane è rimasto seriamente ferito. Ha riportato un brutto trauma cranico, con una ferita lacero contusa alla testa.