Grave episodio di cronaca, quello verificatosi sabato scorso nei pressi di Porta di Ponte, ad Agrigento, dove un extracomunitario, dopo aver molestato una ragazzina, ha accoltellato lo zio della stessa, un agrigentino di quarant’anni, intervenuto in soccorso della nipote.
In proposito si registra l’intervento del commissario provinciale di Fratelli d’Italia, Calogero Pisano, che afferma: “L’accoltellamento di un agrigentino da parte di un extracomunitario mette alla luce il problema sicurezza che esiste nella nostra città.
Più volte abbiamo chiesto pubblicamente l’istituzione di un presidio di polizia permanente nel centro cittadino, ostaggio, ormai, di centinaia di immigrati dediti ad attività delinquenziali, come spaccio di droga, vendita di merce contraffatta e prostituzione.
Ribadiamo la necessità di un rafforzamento dei controlli delle forze dell’ordine nel centro storico e chiediamo l’intervento immediato del Prefetto.
Tutto ciò, bisogna dirlo, è la conseguenza della politica immigrazionista della sinistra, che da una parte sottopone gli italiani a restrizioni e dall’altra permette a migliaia di migranti di sbarcare senza alcun obbligo sulle nostre coste, molti dei quali vanno poi ad ingrossare le sacche di delinquenza allogena presenti ad Agrigento.
E’ ora di finirla di importare criminali, è ora di dire basta all’immigrazione clandestina”.