Il corpo di Polizia Municipale del comune di Agrigento, durante un accertamento sui reati di abusivismo edilizio, ha denunciato il proprietario di un immobile sito nelle vicinanze della via Acrone. Il GIP di Agrigento aveva condannato con decreto penale l’imputato alla pena di 11mila euro. L’agrigentino ha proprosto opposizione al decreto penale di condanna al Tribunale di Agrigento con l’assistenza degli avvocati Francesco Messina ed Antonio Marchetta. A seguito del dibattimento l’uomo è stato ritenuto non punibile per particolare tenuità del fatto. “Attendiamo il deposito della sentenza per leggere le motivazione – dichiara il legale dell’imputato, Francesco Messina- ma il dispositivo letto dal Giudice non fa altro che rafforzare quanto sostenuto in sede dibattimentale. Appare chiaro, pertanto, che a seguito di articolate argomentazioni difensive siamo riusciti a dimostrare la applicabilità dell’art. 131 bis c.p. per taluni fattispecie condizioni concernenti il reato di abusivismo edilizio”.