I locali dell’istituto Castagnolo sono stati teatro di un raid vandalico verificatosi la notte tra lunedì e martedì. Secondo la ricostruzione della polizia, che indaga sull’accaduto, una banda di teppisti, almeno tre, quattro persone sono penetrate dal seminterrato della struttura scolastico. La scuola è stata completamente devastata. Visitati dai vandali, oltre il seminterrato, il primo e secondo piano dell’edificio. Svuotati decine di estintori sul pavimento e su banchi e sedie. Imbrattate le pareti e le porte delle aule. Nella sala dei professori distrutti, registri e i compiti in classe. Devastata la biblioteca, libri strappati, altri gettati a terra e ricoperti da spruzzi di polvere degli estintori. Divelte diverse maniglie delle porte, il citofono. Non sono state risparmiati il distributore di bevande e la macchinetta del caffè e due computer con i relativi monitor. Rese inutilizzabili decine di lavagne e suppellettili. L’unica stanza risparmiata dal raid è stata quella della dirigente scolastica, Maria Giovanna Cassaro. I vandali hanno cercato di aprire la porta in ferro, ma dopo vari tentativi si sono arresi. La scoperta è stata fatta dai bidelli, ieri mattina all’orario di apertura della scuola. Subito è stata informata la Polizia. I danni sono ingenti. Le lezioni sono state sospese e riprenderanno non prima del 10 maggio.